Eventi

Insieme per la Pace

Domenica 20 Marzo 2022 Ore 15 Piazza San Giovanni, Roma

L’EVENTO

Aboubakar Soumahoro lancia “Insieme per la Pace”, chiamando a raccolta figure di spicco del mondo della cultura e dello spettacolo, insieme alle testimonianze di rifugiate e rifugiati, in una piazza che lancerà un grido per la pace attraverso l’arte, la cultura e la musica. 

La nostra comunità umana è drammaticamente arrivata ad un bivio storico. L’unico sentiero da intraprendere per salvare la nostra umanità è quello di unirci, di stringerci ed essere dei concreti Partigiani della Pace.

Per realizzare questo nobile e non delegabile ruolo, dobbiamo avere l’audacia di uscire dai confini delle nostre divergenze, il coraggio di domare l’egoistico istinto della nostra convenienza e la lungimiranza di assumerci la responsabilità storica nei confronti delle prossime generazioni.

Per questa ragione, è arrivato il momento per ognuna ed ognuno di noi di uscire dall’indignazione virtuale dei social ed organizzare dal basso una grande manifestazione popolare per mettere ad unisono i nostri corpi al servizio della PACE.

Il 20 marzo saremo in piazza San Giovanni a Roma alle 15.00 per dire No alla guerra in Ucraina, No all’economia bellica e No a qualsiasi tipo di guerra in giro per il mondo. Sul palco interverranno cittadini e cittadine, attivist*, profugh*, testimoni di guerra, artist* per innalzare tutti insieme un grande inno alla Pace.

CHI PARTECIPA

Insieme a Riccardo Sinigallia, Eugenio in Via di Gioia, Roy Paci, Erika Mou, Gaia, N.A.I.P., Flavio Insinna, Giovanni Truppi, Mimmo Lucano, Margherita Vicario, Sabina Guzzanti, Sabrina Paravicini, Leo Gassman, Cecilia Strada, Gemitaiz, Andrea Rivera, Riccardo Noury, Elio Germano, Emilio Stella, Maura Gancitano, Giovanni Del Grillo, Bang Band, Diodato, Sun Hee You, Pietro Turano, Simmaco Perillo, Gemello, Artù, Piotta, Medium, Malika Ayane, Cosmo, Dj Ralf, Tommy Kuti, Ascanio Celestini, Gianmarco Saurino, Ekaterina Ziuziuk, Rocco Tanica, Lorenzo Batocchioni e tante altre e tanti altri che saranno presto annunciati, verrà innalzato un inno, che risuonerà in tutto il mondo, contro la guerra e per la pace, dall’Ucraina fino a tutti quei luoghi colpiti da conflitti armati, determinati da pochi e sofferti da tanti.

COSA VOGLIAMO OTTENERE

Quando le future generazioni interrogheranno la storia per sapere cosa abbiamo fatto per evitare che la nostra comunità umana precipitasse nella terza guerra Mondiale. Esse devono vedere che abbiamo rifiutato di cullare l’illusione d’impotenza che spinge all’arrendevolezza.

Quando i nostri figli domanderanno al passato cosa abbiamo fatto per salvare la nostra comunità umana dal malvagio spirito della Guerra. Essi dovranno constatare che abbiamo rifiutato di essere rinchiusi nella prigione dell’indifferenza che costringe alla passività. 

Quando i nostri nipoti chiederanno al corso degli eventi cosa abbiamo fatto per promuovere l’avanzamento dello Spirito della Pace, della Giustizia e della Libertà. Essi devono notare che abbiamo rifiutato di cedere alle sirene degli egoismi che conservano il comfort dello status quo nell’immobilismo.

È arrivato il momento di Resistere con risolutezza a tutte le forze del male che vorrebbero cancellare i principi universali di umanità custoditi nell’intimo umano e che troppo spesso, nel corso della storia, sono stati messi in discussione. 

È arrivato il momento per ognuna ed ognuno di noi di distaccarsi dal recinto delle nostre differenze e delle nostre divergenze per essere dei generosi promotori dello Spirito della GIUSTIZIA al fine di Salvaguardare i valori universali di giustizia sociale e ambientale racchiusi nella Dichiarazione Universale dei Diritti Umani e che devono essere resi reali attraverso le nostre opere concrete per la felicità dei popoli.

È arrivato il momento per ognuna ed ognuno di noi di abbandonare la prigione delle nostre convenienze per essere, attraverso la nostra partecipazione, dei convinti rappresentanti dello Spirito della LIBERTÀ al fine di Tutelare gli ideali scritti nella nostra Costituzione.

Ora è il momento di dire, insieme alle tante persone in giro per il mondo, NO allo spirito della guerra che uccide gli esseri umani, che distrugge il nostro unico e meraviglioso pianeta assieme alle sue creature, e che ruba i sogni, i desideri, il destino, la speranza e la gioia dell’umanità.

Ora è il momento di dire NO all’economia bellica che si nutre del sangue dei bambini, delle donne e degli uomini in vari ed ingiusti teatri di guerra nel mondo, anche quelle ingenerosamente  dimenticate o volutamente silenziate.

Ora è il momento di dire NO ALLA GUERRA IN UCRAINA E A TUTTE LE GUERRE NEL MONDO!

Contro le bombe di Vladimir Vladimirovič Putin e contro le bombe che esplodono negli altri teatri bellicosi, innalziamo insieme un inno per la Pace! Una Pace che deve manifestarsi con concretezza attraverso la nostra facoltà di empatizzare con le sofferenze e le aspirazioni delle persone, la nostra abilità di prendersi cura degli esseri umani e la nostra capacità di condividere.

Una pace che deve avere nella partecipazione attiva alla vita sociale e culturale del nostro Paese un elemento di sostenibilita’ per le generazioni future.

COME CI PUOI AIUTARE

Puoi contribuire a rendere possibile questo evento con una donazione che permetterà di pagare le spese vive ed inevitabili di una manifestazione, come ad esempio: il palco, il generatore di elettricità, gli amplificatori, le assicurazioni di chi dovrà montare e smontare tutto in sicurezza.

Aderisci alla nostra campagna crowdfunding ed aiutaci a diffonderla, a questo link:

https://www.gofundme.com/f/insiemeperlapace

Nessuno degli artisti partecipanti o degli organizzatori riceverà alcun compenso. Il costo per l’organizzazione e’ stato quantificato in 15 mila euro. La nostra raccolta fondi si fermerà una volta raggiunta questa cifra.

Se raccoglierai questo invito sarà possibile dire insieme NO alla guerra e dire alle future generazioni che non abbiamo assistito impotenti e inattivi a questa follia!

Organizzatori:

Aboubakar Soumahoro (Invisibili in Movimento):

Fabio Masi (Blob, Rai Tre):

Maura Gancitano e Andrea Colamedici (tlon):

Tommaso Salaroli (Scomodo):

Daniele Citriniti e Emiliano Colasanti (The Goodness Factory):